Area di produzione: comuni di Faggiano e di Lizzano e le isole amministrative di Taranto incluse nei due comuni, in provincia di Taranto.

Norme di viticoltura:

  • densità d'impianto 3.500 ceppi per ettaro; 
  • resa massima per ettaro: 14 tonnellate per i vini rossi e rosati, 16 tonnellate per i bianchi.

Tipologie (vitigni):

  • Bianco (trebbiano dal 40 al 60%; chardonnay e/o pinot bianco min. 30%; sauvignon blanc e/o bianco d'alessano max 25%; malvasia bianca max 10%)
  • Bianco frizzante (stessi vitigni del bianco)
  • Bianco spumante (stessi vitigni del bianco)
  • Rosso (negroamaro dal 60 al 80%; montepulciano, sangiovese, bombino nero, pinot nero, malvasia nera da soli o congiuntamente max 40%; malvasia di Brindisi e/o di Lecce max 10%)
  • Rosso frizzante (stessi vitigni del rosso)
  • Rosso Novello (stessi vitigni del rosso)
  • Rosato (stessi vitigni del rosso)
  • Rosato frizzante (stessi vitigni del rosso)
  • Rosato Novello (stessi vitigni del rosso)
  • Rosato spumante (stessi vitigni del rosso)
  • Malvasia Nera (malvasia nera di Brindisi e/o di Lecce min. 85%, negroamaro,montepulciano, sangiovese, pinot nero da soli o congiuntamente 15% max)
  • Malvasia Nera superiore (malvasia nera di Brindisi e/o di Lecce)
  • Negroamaro rosso (negroamaro 85% min., malvasia nera di Brindisi e/o di Lecce 15% max)
  • Negroamaro rosso superiore (negroamaro 85% min.; malvasia nera di Brindisi e/o di Lecce, montepulciano, sangiovese, pinot nero da soli o congiuntamente 15% max)
  • Negroamaro rosato (negroamaro 85% min., aa.vv. 15%)

Caratteristiche organolettiche:

  • Biancocolore: paglierino scarico; odore: gradevole con caratteristiche di fruttato, delicato; sapore: asciutto, fresco, armonico; titolo alcolometrico volumico totale minimo: 10,50; acidità totale minima: 5,50 per mille; estratto secco netto minimo: 18 per mille.
  • Rosato: colore: tendente al rubino delicato; odore: lievemente vinoso, caratteristico di fruttato se giovane; sapore: asciutto, fresco, armonico; titolo alcolometrico volumico totale minimo: 11,50; acidità totale minima: 5,50 per mille; estratto secco netto minimo: 18 per mille.
  • Rosso: colore: rosso dal rubino al granato; odore: vinoso gradevole, caratteristico; sapore: asciutto, armonico ; titolo alcolometrico volumico totale minimo: 11,50; acidità totale minima: 5 per mille; estratto secco netto minimo: 20 per mille. 
  • Negroamaro rosso: colore: rubino; odore: fruttato (melograno, lampone) e leggermente floreale (viola appassita), nella versione superiore anche tostato (tabacco); sapore: strutturato, piacevolmente tannico, con finale leggermente amarognolo; titolo alcolometrico volumico totale minimo: 12; acidità totale minima: 5 per mille; estratto secco netto minimo: 20 per mille.
  • Negroamaro rosatocolore: rosato tenue con riflessi purpurei; odore: fragrante, caratteristico; sapore: asciutto, delicato; titolo alcolometrico volumico totale minimo: 12; acidità totale minima: 5,50 per mille; estratto secco netto minimo: 18 per mille.
  • Malvasia nera: colore: rosso; odore: aroma caratteristico; sapore: vellutato, leggermente aromatico; titolo alcolometrico volumico totale minimo: 12; acidità totale minima: 5 per mille; estratto secco netto minimo: 20 per mille.
  • Bianco spumante: spuma: vivace, fine; perlage: fine, regolare, persistente; colore: paglierino tenue; odore: gradevole, con caratteristiche di fruttato, delicato; sapore: asciutto, fresco, armonico; titolo alcolometrico volumico totale minimo: 11,50; acidità totale minima: 5,50 per mille; estratto secco netto minimo: 18 per mille.
  • Rosato spumante: spuma: vivace, fine; perlage: fine, regolare, persistente; colore: rosato tendente al rubino delicato; odore: lievemente vinoso, caratteristico di fruttato; sapore: asciutto, fresco, armonico e gradevole; titolo alcolometrico volumico totale minimo: 12; acidità totale minima: 5,50 per mille; estratto secco netto minimo: 18 per mille.

Menzioni particolari: le tipologie bianco, rosso e rosato possono essere prodotte nel tipo "frizzante" con sovrapressione min. 1 bar e max, 2.5 bar; le tipologie bianco e rosato possono essere prodotte nel tipo "spumante" rispettando le norme relative alla spumantizzazione; le tipologie negroamaro rosso e malvasia nera con titolo alcolometrico volumico totale minimo di 13, immesse sul mercato il 30 novembre dell'anno successivo alla vendemmia, possono riportare la menzione "superiore".

Consigli per la degustazione (epoca migliore per il consumo; abbinamenti; temperature di servizio):

  • Bianchi: 1 - 2 anni; antipasti e zuppe di pesce; 8 - 10°C.;
  • Rosati: 1 - 2 anni; purè di fave e cicoria; 12 - 14°C.;
  • Rossi: 2 - 3 anni; braciole di maiale, parmigiana di melanzane; 16 - 18°C.

Produttori eccellenti: Azienda Milleuna, Cantina Sociale Lizzano, Tenute Eméra

Riferimenti normativi: D.P.R . 21 dicembre 1988.

Vai all'inizio della pagina