Area di produzione: Litorale dei comuni di Vico del Gargano, Ischitella e Rodi Garganico (FG).

Descrizione: E’ un frutto ottenuto dalla varietà Femminello Comune, distinto in limone a scorza gentile, Citrus limonium tenue Riss, detto anche Lustrino e limone Femminello Oblungo, Citrus limonium oblungum Riss, conosciuto come Fusillo. Le due varietà del Femminello sono contraddistinte dalla forte presenza nella buccia di oli essenziali e profumi molto intensi. Il limone a scorza gentile ha una forma steroidale; la sua buccia ha un colore giallo chiaro, particolarmente liscia e di spessore molto sottile. Il limone oblungo è quello più pregiato per l’assenza di semi nella sua polpa. La sua buccia, più o meno liscia, ha un colore giallo citrino intenso di spessore medio.

Metodiche di coltivazione: Le lavorazioni del terreno si limitano a zappature primaverili e alle concimazioni, generalmente ancora con letame ovino caprino. Le sistematiche potature primaverili effettuate prima della ripresa vegetativa, modellano costantemente la cupola e soprattutto garantiscono il necessario equilibrio tra attività vegetativa e produttiva. Le cure colturali continuano con la difesa, sia da avversità atmosferiche fronteggiate con i frangivento, sia da attacchi parassitari, principalmente cocciniglie che sono causa delle fumaggini. L’irrigazione delle piante di limone avviene nel periodo che va da maggio ad ottobre.

Note: È il limone più antico d’Italia., insieme con le arance fa parte del presidio Slow Food Agrumi del Gargano.

Riferimenti normativi: Indicazione Geografica Protetta registrata con Regolamento CE n.148 del 15/02/2007

Vai all'inizio della pagina