Ecco il Passito Salento Igt da uve Negroamaro di Torre Ospina

Primo Passo, il nome: “l’ho scelto per valorizzare i primi passi di un nuovo progetto e mi è piaciuta l’assonanza tra passi e passito, poi ho valutato che fosse meglio al singolare. Primo come qualità, Passo come progetto”, afferma Quintino Manco, il giovane imprenditore da qualche anno alla guida di Torre Ospina, l’azienda vitivinicola di Racale.

E continua: “La vendemmia del 2017 è stata superlativa e quel sole e quella stagione sono conservati in questo Primo Passo. Primo passo è ottenuto dalla vinificazione di uve Negroamaro coltivate nei vigneti di Racale e appassite al sole del Salento. Verso la fine di settembre, i grappoli sono stati selezionati attentamente nei nostri vigneti, sia da quelli allevati ad alberello sia in quelli a spalliera. L’uva è stata pigiata dopo appassimento di 60 giorni sui graticci. Dopo una macerazione a temperatura controllata è stato affinato in acciaio. Il processo è avvenuto sotto l’occhio esperto di Giuseppe Pizzolante Leuzzi, il nostro enologo. Questo Passito Salento Igt si presenta rosso rubino carico con riflessi granati, ha sentori di arancia candita, frutti rossi maturi, ciliegia, prugna, accompagnati da mirto e radice di liquirizia; pieno, rotondo, dolce”.

Primo Passo è un vino da meditazione o da dessert, che raccoglie in sé il sole del Salento. “Il dado è tratto” e il Primo Passo è fatto! E infatti anche le Guide ai Vini 2019 lo segnalano e sottolineano “l’ottimo rapporto tra la qualità e il prezzo” di tutti i vini di Torre Ospina.

PRIMO PASSO. Salento IGT Passito 2017

Da uve Negroamaro. Vino rosso rubino carico con riflessi granati, ha sentori di arancia candita, frutti rossi maturi, ciliegia, prugna, accompagnati da mirto e radice di liquirizia; pieno, rotondo, dolce. Primo passo è ottenuto dalla vinificazione di uve Negroamaro coltivate nei vigneti di Racale e appassite al sole del Salento.

Abbinamenti: Vino da meditazione e da dessert. Temperatura di servizio consigliata 16°.

Terreno: a struttura argillosa, di varia profondità e composizione, con presenze calcaree, tufacee e sabbiose, poste sopra un basamento calcareo, in zone dai 30 ai 70 metri sul livello del mare. Vendemmia: fine settembre. Resa per ettaro: 80 q.liCeppi per ettaro: da 4500 a 5000. Sistema di allevamento: alberello e cordone speronato. Vinificazione: appassimento su graticci per 60 giorni, macerazione a temperatura controllata, affinamento in acciaio.

Torre OspinaVia Ferrara, 5, Racale (LE) | tel. 0833 584937 | www.torreospina.com

Comunicati

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Vai all'inizio della pagina