Il progetto “Adotta una vite”, laboratori sensoriali e abbinamenti cibo-vino con le Donne del Vino pugliesi al prossimo Vinitaly di Verona presso il Padiglione Puglia, per festeggiare i 30 anni dell’Associazione Nazionale

BARI - Laboratori sensoriali, percorsi di degustazione, iniziative tra cui “Adotta una vite” e una serie di incontri con donne che hanno fatto della loro passione, il vino, un lavoro. Le Donne del Vino di Puglia sono pronte a volare alla volta di Verona per partecipare anche quest’anno al Vinitaly, giunto al suo 52esimo anno di vita, con un calendario ricco di appuntamenti imperdibili.

Un’edizione, quella targata 2018, davvero molto speciale. Sarà, infatti, una grande degustazione di vini da vigneti storici con oltre 80 anni di età, organizzata dall’Associazione Nazionale Le Donne del Vino, ad aprire domenica 15 aprile la più importante fiera enologica internazionale con espositori provenienti da tutto il mondo. Un anno importante in cui l’Associazione festeggia i suoi trent’anni di vita. Tanti i messaggi che si lanceranno dal salone di Verona fino al 18 aprile: una tavola rotonda sull’importanza delle donne nei consumi di vino in Asia, la presentazione di una nuova guida al femminile, gli incontri con le altre associazioni di donne in agricoltura e infine, la grande cena di fine Vinitaly al Palazzo della Gran Guardia di Verona.

 

“I trent’anni dell’Associazione Nazionale Le Donne del Vino è un bellissimo traguardo che testimonia come un gruppo di donne, oggi oltre 700, può insieme dare quel valore aggiunto e far crescere un settore così importante dell’economia italiana com’è quello della vitivinicoltura”, dichiara Marianna Cardone, delegata Donne del Vino Puglia.

Tante le iniziative delle varie delegazioni regionali che hanno definito una serie di eventi per celebrare questo importante anniversario per l’Associazione e creare momenti di incontro e di confronto con il pubblico del Vinitaly. Anche Le Donne del Vino pugliesi per il Trentennale dell’Associazione vogliono contribuire a rendere questa edizione di Vinitaly un po’ speciale con un loro programma di eventi volto a richiamare l’attenzione sulla Puglia al femminile per una promozione di qualità. Dalla Daunia al Salento le Donne del Vino della delegazione pugliese sono radicate nei diversi territori ad alta vocazione enoica e quindi sono in grado di mostrare al meglio, in una occasione internazionale come quella del Vinitaly, la valorizzazione e la promozione della cultura vitivinicola pugliese.

“Siamo sempre più convinte che anche in un appuntamento di richiamo internazionale come il Vinitaly - continua Cardone - proporsi in squadra sia vincente soprattutto se a parlare sono donne che lavorano nel mondo del vino e che con le loro varie professionalità possono raccontare tutti gli aspetti legati non solo alla produzione del vino ma anche al giusto servizio a tavola, alla comunicazione con eventi di qualità e alla divulgazione della cultura del bere consapevolmente”.

La promozione di un territorio così ricco di storia ha sempre più bisogno di una conoscenza approfondita delle sue uve e dei vini per scoprire e svelare una Puglia dinamica e in crescita con una forte identità enologica, e le Donne del Vino vorrebbero contribuire a rendere questa conoscenza di tutti.

Il progetto Adotta una vite nato quattro anni fa ha proprio l’intento di diffondere un messaggio positivo di amore per la terra e per l'agricoltura. Dopo il grande successo delle passate edizioni, la delegazione pugliese delle Donne del Vino ripropone un percorso degustativo all’interno del Padiglione Puglia, tra gli stand delle produttrici associate, alla scoperta dei vini e territori pugliesi. I visitatori, tra un tasting e l’altro, potranno portare via con sé una piccola vite di Primitivo, Negroamaro, Nero di Troia, Verdeca e Susumaniello, confezionata sempre con molta cura dai ragazzi dell'ARPUH di Locorotondo (Associazione per la Realizzazione del Potenziale Umano delle Persone con Disabilità). Una scatola rosa che racchiude la barbatella di uno dei cinque vitigni autoctoni pugliesi, coltivati nei Vivai Murciano di Otranto, che si potrà ricevere direttamente dalle produttrici dopo aver ritirato un coupon presso il desk della delegazione nell'area istituzionale della Regione Puglia al padiglione 11.

“Adotta una vite, coltiva un sorso di Puglia” è lo slogan che guiderà il visitatore ad adottare e amare un vino di Puglia. Per i più interattivi l'hashtag da seguire su tutti i social della delegazione è #adottaunavite.

Ma non mancherà la sinergia con altre associazioni pugliesi che in Fiera saranno impegnate nella promozione del vino pugliese con tante interessanti proposte per appassionati, cultori e professionisti del settore. Nell’Enoteca Regionale curata da AIS Puglia ci sarà un angolo dedicato ai vini delle Donne del Vino, dove i sommelier proporranno l’assaggio dei vini della delegazione ma anche momenti di approfondimento con focus sui vitigni autoctoni. 

Un laboratorio sensoriale dal tema “Colori, profumi e sapori dei vini delle Donne del Vino pugliesi", in collaborazione con AIS Puglia, vorrà invece essere l'invito a scoprire le tante varietà anche minori che caratterizzano la produzione pugliese così da regalare un’esperienza sensoriale e gustativa tra i vini rossi, rosati e bianchi. L’appuntamento è lunedì 16 aprile alle ore 12.00 nella sala convegni del Padiglione Puglia. Il racconto dei vini direttamente dalla voce delle Donne che li producono e il servizio in sala sarà curato da sommelier Donne del vino.

Un altro sodalizio consolidato è con l’Associazione Puglia Expò che per i suoi percorsi di degustazione e contaminazione tra vino, cibo e design ha in programma un laboratorio dedicato ai vini rosati. Domenica 15 aprile ore 14.00 “I colori e le sfumature, l’intensità cromatica e l’armonia, la persistenza e la vivacità dei vini rosati. Il tutto in un magico confronto con le rinomate luminarie di Lucio Mariano”. I vini in degustazione saranno i rosati delle Donne del Vino di Puglia. E ogni giorno durante i cooking show di Puglia Expò, nell’area food, l’abbinamento cibo-vino sarà con i vini delle Donne del Vino presenti in fiera.  

Per ogni informazione su tutte le attività in programma e per la prenotazione ai laboratori ci sarà il desk della delegazione nell'area istituzionale della Regione Puglia, Padiglione 11.

delegazione Puglia: Marianna Cardone

info: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Blog Associazione Nazionale: www.ledonnedelvino.com

Facebook: Le Donne del Vino Puglia

Twitter: @DonneVinoPuglia

Instagram: @donnevinopuglia

Ufficio stampa: Simona Giacobbi - email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Comunicati

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Vai all'inizio della pagina