Le sorprese del Glykós e le conferme delle altre etichette sulle Guide 2020

Sorprese per il Glykós e conferme per le altre storiche etichette, così si potrebbe riassumere il bottino di premi ricevuti quest’anno dalle Guide ai vini 2020, appena uscite in libreria. In rapida successione ecco i principali riconoscimenti ai vini della Cupertinum, storica cantina di Copertino:
  • Il Glykós premiato dalla guida L’Espresso con 4 Bottiglie viene inserito tra i 30 Migliori Passiti d’Italia. La guida mette in evidenza tutte le etichette: “anche quest’anno un repertorio di vini di rarissima centratura” e la Cupertinum viene così definita: “un’azienda che ha restituito lustro alla vitivinicoltura cooperativa pugliese”.
  • Il Glykós premiato da Vitae, la guida dei Sommelier dell’AIS, che ottiene il massimo riconoscimento delle Quattro Viti. È doveroso ricordare che negli ultimi anni il Glykós ha ricevuto per ben tre volte anche il Premio DolcePuglia dell’AIS. La Guida dell’AIS evidenzia anche la novità del Primitivo Salento Igt assegnandogli Tre Viti.
  • L’edizione 2020 della guida SlowWine di SlowFood premia lo Spinello dei Falconi, rosato della Cupertinum assegnandogli il premio “Vino Quotidiano”. I Vini premiati con questa qualificazione sono i “Vini Eccellenti sotto il profilo organolettico con un vantaggioso rapporto qualità-prezzo”. La guida di SlowFood sottolinea l’importanza storica della Cupertinum e il livello qualitativo delle sue etichette.
  • Per la Guida Vinibuoni d’Italia del Touring Club il Copertino Doc Riserva è “Vino da non perdere”.
  • Per I Vini di Veronelli meritano 2 Stelle: il Glykós, il Copertino Doc, lo Squarcifico Rosato e lo Spinello dei Falconi.
  • Per Bibenda della Fondazione Italiana Sommelier i vini della Cupertinum “soddisfano per eleganza e territorialità” e assegna Quattro Grappoli a Copertino Doc, Glykós, Negroamaro e Primitivo.
  • Senza dimenticare che il Decanter World Wine Awards ha premiato il Riserva Copertino Doc: Medaglia d’Argento e 90 punti! La Cupertinum aveva ricevuto nell’edizione precedente una Medaglia di Bronzo e due Attestati, con i Salento Igt: Negroamaro, Spinello dei Falconi Rosato e Primitivo. Sulla rivista Decanter, Simon Woolf così si è espresso: “la Cupertinum dà un esempio brillante con il suo Copertino Riserva, veramente delizioso”.
  • Infine, ricordiamo che al Wine Expo Poland la Cupertinum ha ricevuto la Medaglia d’oro per il Negroamaro Salento Igt e il Primitivo Salento Igt e con la Medaglia d’Argento per il Copertino Riserva Doc. La Giuria: i vini della cantina di Copertino “sono espressione del territorio pugliese vocato per il negroamaro e il primitivo, e si distinguono per eleganza e armonia”.

Glykós, il primo passito da negroamaro in purezza!

Il Glykós Passito Salento Igt della Cupertinum, storica cantina di Copertino, quest’anno è stato premiato dalla guide L'Espresso (che lo inserisce tra i Migliori 30 Vini Dolci d’Italia) e Vitae dell'AIS (che gli assegna 4 Viti), e per ben tre volte dal concorso DolcePuglia.

La storia. Durante la vendemmia 2012, dopo qualche anno di studi e sperimentazioni, l’enologo Giuseppe Pizzolante Leuzzi si convinse di uno dei tanti sogni che lo accompagnavano da tempo. Sì, dal negroamaro in purezza si può ottenere un Passito dal grande racconto. Affinò le tecniche di appassimento, sia in vigna che sui graticci e nel febbraio successivo imbottigliò la prima annata. Qualche mese di affinamento in bottiglia e a maggio il Glykòs si presentava in tutta la sua complessità narrativa. Glykós, γλυκός in greco significa dolce, è ottenuto dalla vinificazione di uve Negroamaro coltivate nei vigneti di Copertino e appassite al sole di questa terra – il Salento – dove viene parlato tutt’oggi un idioma grecanico, e dove la coltivazione della vite fu introdotta dagli antichi greci.

Il Glykòs ha convinto ed entusiasmato da subito, critica (oltre alle Guide, ne hanno scritto tra gli altri Luca Maroni, Franco Ziliani, Pino De Luca, Francesca Landolina) e pubblico. E ogni annata prodotta dal 2012 è stata una conferma!

 La carta d’identità del Glykòs, Passito Salento Igt: Vendemmia: fine settembre. Resa per ettaro: 80 q.li. Ceppi per ettaro: da 4500 a 5000. Sistema di allevamento: alberello. Vinificazione: appassimento su graticci per 40 giorni, macerazione a temperatura controllata, affinamento in acciaio. Gradazione alcolica: 14% vol. è prodotto con uve Negroamaro del territorio di Copertino, è un vino dal colore rosso rubino carico con riflessi granati, ha sentori di frutti rossi maturi, ciliegia e prugna accompagnati da mirto e radice di liquirizia; pieno, rotondo, dolce. È un vino da meditazione e da dessert e la temperatura di servizio consigliata è di 14°.

 Cupertinum Antica Cantina del Salento 1935, Copertino

 Via Martiri del Risorgimento 6, Copertino (Le)

 tel.0832.947031 - www.cupertinum.it

Comunicati

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Vai all'inizio della pagina