Dole Puglia
Sabato 14 dicembre
Due Mari WineFest
27, 28 e 29 dicembre

Area di produzione: comuni della Grecìa Salentina, in provincia di Lecce (Calimera, Carpignano Salentino, Castrignano de' Greci, Corigliano d'Otranto, Cutrofiano, Martano, Martignano, Melpignano, Soleto, Sternatia e Zollino).

Descrizione: è un pisello di colore giallo-marroncino con sfumature verdi che si consuma solo secco. Il baccello è di piccole dimensioni e la granella ha forma quasi sferica, in alcuni casi schiacciata ai poli. 

Tecniche di coltivazione, raccolta e lavorazione: la semina si fa non oltre l’8 dicembre e si raccoglie a fine maggio, inizio giugno, quando la pianta è completamente essiccata in campo. Il pisello nano di Zollino si coltiva in asciutto in terreni in grado di garantire un’adeguata riserva di acqua. La pianta è piccola, raggiunge al massimo i 30 centimetri e si trebbia a mano. Anche la selezione successiva dei semi è fatta a mano, sulle aie. 

Note: si cucina alla pignatta, cioè con aglio, cipolle, sedano, pomodori freschi, oppure con una pasta di farina di grano duro fatta a mano chiamata tria.

Curiosità: A giugno, in occasione del giorno di San Giovanni si celebra una Fiera in onore della Fava e del Pisello nano, durante la quale si possono acquistare questi prodotti e assaggiare buonissimi piatti che li vedono protagonisti. (fonte http://www.salentokm0.com).

Comunicati

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Vai all'inizio della pagina