Area di produzione: territorio di Turi, Conversano e Sammichele (BA)

Descrizione: Calibro tra i 28 e i 30 mm.; colore rosso vivo, si scurisce con la maturazione; profumo intenso; gusto succoso e zuccherino.

Note: Ottime da consumare fresche, le ciliegie ferrovia vengono utilizzate anche per confezionare succhi, marmellate e liquori.

Curiosità: l'origine del nome ha una storia affascinante, sembra infatti che il primo ciliegio sia nato nel 1935 da un nocciolo di ciliegie poste vicino ad un casello ferroviario delle Ferrovie del Sud Est a pochi chilometri dalla periferia di Sammichele di Bari e che le sue cure fossero affidate al casellante dell’epoca, un certo Rocco Giorgio. Gli abitanti di Sammichele chiamarono così ferrovì questo gustoso tipo di ciliegia.

Articoli correlati: La collina dei ciliegi

Vai all'inizio della pagina