Area di produzione: Salento.

Descrizione sintetica prodotto e degustazione: La puccia è un pane a forma circolare di 25-35 cm. di diametro, di consistenza morbida, di colore giallo bruno in superficie e tendente al bianco verso l'interno. L'uliata, più piccola, ha nel suo interno le olive locali maturate in salamoia. Entrambe sono cotte nei forni in pietra.

Metodiche di lavorazione: Si impasta la farina di grano tenero con lievito e un pizzico di sale sciolti in acqua tiepida, fino ad ottenere una massa soffice ed elastica. Nell'uliata vi si incorporano le olive nere, facoltativa la snocciolatura. Si lascia lievitare la pasta, poi si formano tante pagnottelle e si cuoce a forno caldo.

Curiosità: Il termine deriva da "pucciddatu", modifica meridionale del latino tardo "buccellatum", pane militare, biscotto, dal quale deriva anche il toscano "buccellato". Esiste anche una variante, chiamata caddhipolina, prodotta nella città di Gallipoli tradizionalmente alla vigilia dell'Immacolata: si tratta di una forma di pane con molta mollica che viene di norma farcito con burro, tonno, pomodori, capperi, acciughe e tanto olio extravergine d'oliva; viene prodotta in vari formati che partono dai 250 gr sino ad un kilogrammo.

Vai all'inizio della pagina