Buona La... terza!

Il territorio delle Murge sud orientali è caratterizzato da numerose gravine. Le gravine sono gole rocciose simili a quelle del Gran Canyon, formatesi quasi due milioni di anni fa dall'azione erosiva meccanica e di dissoluzione chimica dell'acqua sulla roccia calcarea. La più grande gravina si trova a Laterza, con un'estensione di 12 km. ed una profondità che arriva fino a 200 metri: la flora è così rigogliosa che tra le faglie delle pareti a strapiombo alcuni animali, soprattutto volatili, trovano l'habitat ideale per nidificare. Per tutelare e valorizzare il patrimonio naturale paesaggistico e faunistico, la gravina di Laterza diviene Oasi LIPU (Lega Italiana Protezione Uccelli) dal 1999, è incluso nel Parco Regionale Terra delle Gravine istituito nel 2005, è riconosciuto dal Ministero dell'Ambiente come Zona a Protezione Speciale ed è classificata tra i Siti di Interesse Comunitario. La città di Laterza, situata a 362 metri s.l.m., gode di un clima mediterraneo, ma con considerevoli escursioni termiche durante l'anno. Il territorio è vocato per l'agricoltura, che caratterizza l'economia laertina, in particolare per la coltivazione dei cereali. L'utilizzo dei cereali per la produzione del pane e di altri prodotti da forno, come le succulenti focacce, risale all'epoca romana. Il pane di Laterza tradizionale è ancora oggi cotto nei forni in pietra alimentati con legna aromatica di bosco o di ulivo, o con nocciolino di albicocca o buccia di mandorle, come previsto dal Consorzio.

Vai all'inizio della pagina